Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'App'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Argomenti
    • Windows 10 News
    • Guide e Tutorial
    • Hardware
    • Software
    • Internet
    • Telefonia
    • Videogiochi
    • Deep Web
    • Hacking
    • Cracking

Blogs

  • Guadagnare Online
  • SEO e SEM
  • Trading e Investimenti

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


About Me

Found 21 results

  1. AltStore è una delle ultime alternative all’app store iOS e offre agli utenti un’esperienza leggermente diversa dalle altre alternative di terze parti all’app store ufficiale. È gratuito e sopratutto non richiede il jailbreak, perciò continua a leggere per sapere maggiori dettagli. Sito web ufficiale: https://altstore.io/ Prima di passare alla procedura di installazione su iOS, ci sono alcune cose di cui devi essere a conoscenza: Avrai bisogno del tuo Mac o PC Windows per la procedura di installazione Dovrai installare un’app complementare sul tuo computer che verrà utilizzata per gli aggiornamenti e l’installazione di app e giochi Dovrai utilizzare il connettore Lightning ufficiale per collegare il tuo iPhone o iPad al PC o Mac Come installare AltStore su iOS Per utenti Windows: Collega il tuo dispositivo al PC Avvia il browser e vai al sito Web di AltStore. Scarica ed installa l’app complementare AltServer. Ora devi installare iTunes tramite il sito Web ufficiale di Apple, ecco i ink diretti: iTunes per Windows (64 bit) iTunes per Windows (32 bit) Apri iTunes e abilita la sincronizzazione Wi-Fi di iTunes sul tuo telefono. Nella barra delle icone (nella parte inferiore dello schermo), fai clic sull’icona AltServer e clicca su “Installa AltStore“ Inserisci l’email e la password del tuo ID Apple. Per utenti MacOS: Collega il tuo dispositivo al Mac (Solo Mojave) Apri iTunes e abilita la sincronizzazione Wi-Fi di iTunes sul tuo telefono. (Solo Catalina) Apri Finder e abilita “Mostra questo iPhone quando su WiFi sul tuo telefono. Al primo avvio AltServer ti chiederà di installare un plug-in Mail. Apri la barra degli strumenti e vai su AltStore > Install Mail Plug-in Ora apri l’app mail e vai su Generali -> Gestisci plugin ed abilita il plugin di AltStore Apri la barra degli strumenti e vai su AltStore > Installa AltStore, e scegli il tuo dispositivo Inserisci l’email e la password del tuo ID Apple. Attendi che AltStore sia installato sul tuo iPhone o iPad e inizia a scaricare le app che desideri È necessario assicurarsi che AltServer sia mantenuto in esecuzione in background sul computer. Quando desideri scaricare un’app o un gioco, collega il tuo dispositivo al computer o abilita Wi-Fi Sync in iTunes. Il tuo dispositivo ed il computer devono essere connessi alla stessa rete di quando installi lo store. Come utilizzare AltStore Apri lo Store sul tuo dispositivo. Se si verifica l’errore dello Sviluppatore non attendibile, apri le Impostazioni > Generali > Profili e clicca sul nome dello sviluppatore, e poi impostalo come Attendibile. Apri di nuovo lo store e vai su Impostazioni > Account > Accedi ed usa il tuo ID Apple e la password per accedere. Vai sul Browser, trova l’app o il gioco che desideri e clicca su Gratis per installarlo sul tuo dispositivo. Installazione di file IPA esterni AltStore ti consente anche di installare file IPA esterni: Scarica il file IPA sul tuo dispositivo Clicca l’icona di AltStore sul file, dopodiché si aprirà lo store. Attendi che l’app sia firmata come attendibile e installata. Se ciò non funziona, clicca sull’icona e scegli di utilizzare AltStore per aprire il file e per installarlo. In alternativa, avvia AltStore, clicca sull’icona + e trova il tuo file nei download. Una volta installata, l’icona dell’app si troverà nella schermata principale del dispositivo e nella sezione Le mie app in AltStore. Come ogni app, AltStore ha i suoi vantaggi e svantaggi: Pro Nessun jailbreak richiesto Nessun certificato dell’app viene revocato perché vengono utilizzati i tuoi certificati per sviluppatori. Capacità di scaricare file IPA, proprio come Cydia Impactor Contro Sono consentite solo 3 app attive alla volta. Sarebbe meglio se utilizzassi il tuo computer e l’app complementare AltServer per poter installare giochi e app. Le app devono essere aggiornate almeno una volta ogni sette giorni (12 mesi se si utilizza un account per sviluppatori a pagamento) Domande frequenti: Ecco alcune risposte alle domande più comuni: Cos’è AltStore? AltStore è un’alternativa all’app store iOS ufficiale, che funziona senza jailbreak e senza bisogno di certificati aziendali. Inoltre, puoi anche creare i tuoi certificati per sviluppatori. AltStore è un jailbreak? No, e non ne ha nemmeno bisogno. Non è altro che un app store che ti consente di firmare e installare file IPA. Come funziona? Sviluppato da Riley Testut, AltStore utilizza una funzionalità fornita agli sviluppatori da Apple per consentire loro di testare le app prima di inviarle allo store ufficiale. Non sono necessari certificati aziendali poiché le app vengono auto-firmate utilizzando il computer, per questo puoi installare solo tre app contemporaneamente ed ecco perché è necessario il tuo ID Apple. Quali app sono presenti in AltStore? Non ce ne sono molte al momento, anche se lo sviluppatore dell’app ne sta aggiungendo altre. Tra le app più popolari puoi trovare: GBA4iOS Delta Emulator HappyChick NDS4iOS Chimera E non dimenticare che puoi anche caricare i tuoi file IPA. Come dovrei usare lo Store? Lo sviluppatore ha offerto queste linee guida: Configurare AltServer, in modo che si apra quando avvii il tuo computer Quando non usi il computer, impostalo affinché vada in sospensione. Collega il tuo dispositivo, così le app verranno riattivate ed aggiornate. Apri AltStore almeno due volte a settimana in modo che iOS gli dia la priorità ed aggiorni le sue app. Prova AltStore, perché esso ti offre un’esperienza unica rispetto agli altri app store e, a patto che seguirai le linee guida, non dovrai preoccuparti della revoca dei certificati e dell’arresto anomalo delle app.
  2. MacDrop il migliore sito web per scaricare app e giochi gratis per macOS MacDrop sicuramente è tra i migliori siti in circolazione dove poter scaricare applicazioni e giochi gratis per macOS. Su questo fantastico sito troverete anche app e giochi che sono a pagamento, in modo completamente gratuito, e in molti casi con crack, attivatori e trial reset inclusi nell’applicazione che andrete a scaricare così da usare tutto gratis. Se avete un computer Apple con macOS e volete installare le applicazioni e giochi al di fuori dall’AppStore dovete provare MacDrop ed una volta provato non ne farete a meno. Su questo sito trovate migliaia di applicazioni e giochi a pagamento in modo completamente gratuito ed in più tutte sono già craccate ed attivate così da non dover comprare la licenza. MacDrop è un portale super aggiornato, è facile da usare e con applicazioni e giochi già attivati per macOS da scaricare in pochi click (trovate la guida al fondo della pagina). Il sito è pieno di applicazioni e giochi da scaricare, e sarà sufficiente cliccare sul relativo link che ci rimanda al file hosting che rimanda al download della app o gioco velocemente. Come scaricare da MacDrop Accedete al sito ufficiale di MacDrop Cercante il programma che volete scaricare cercando scrivendo nel box bianco centrale dove c’è scritto Search here e poi date un Invio Scorrente in fondo alla pagina del software sotto la descrizione e cliccare su uno dei pulsante Download Now presente in basso (Se volete scaricare le vecchie versioni dell’app o gioco potete scaricare sul pulsante Archives) Così facendo si aprirà la pagina di Download ed una volta cliccato sul pulsante azzurro Download File (dovete inserire il codice Captcha) il download partirà in modo automatico Altri siti come MacDrop torrentmac.net MAC-Torrents.io insMAC.org iPhoneCake.com
  3. Applicazione per vedere tutto il calcio in streaming gratis su Android e la scaricate dal Play Store. Ecco Live Football TV HD Streaming Live Football TV HD Streaming è una nuova applicazione per Android che permette di accedere a tantissimi eventi in live streaming dedicati al calcio. Come tante altre app simili trasmette contenuti in maniera completamente gratuiti dei maggiori campionati di calcio internazionali dalla Serie A alla Liga Spagnola, fino alla Champions League e l’Europa League. L’applicazione si chiama Live Football TV HD Streaming ed è incredibilmente presente sul Google Play Store da scaricare senza alcun problema sul vostro smartphone o tablet Android. L’app permette di vedere tutto il calcio in streaming gratis semplicemente accedendo all’app e selezionare l’evento che volete visionare sul vostro dispositivo Android dal player video integrato. L’app funziona alla perfezione, permette di vedere tantissimi eventi in streaming gratis dal nostro dispositivo Android, e grazie al player integrato non dovete neanche installare un’app esterna per avviare la riproduzione. Purtroppo da segnalare come non siano presenti contenuti in lingua Italiana ma gli altri si vedono bene e funzionano alla perfezione. Potrete anche guardare le tue partite di calcio preferite dalle competizioni Champions League e Europa League e dai campionati internazionali Premier League Inglese, FA Cup, La Liga, Coppa del Re, Bundesliga, Serie A, Coppa Italia, MLS, Ligue 1, Coppa del Mondo, UEFA Euro e molti altri in corso senza alcun buffering o blocco durante la riproduzione. Sicuramente un’applicazione da provare assolutamente anche se ci sono diversi annunci pubblicitari che possono dare fastidio anche se non sono invasivi e si saltano sempre cliccando su una grande X ai lati. La navigazione nei menu è semplice e suddivisa in campionati e competizione così da trovare subito la partita di calcio che vi interessa. Live Football TV HD Streaming è disponibile per dispositivi Android funziona sia su smartphone che tablet ed anche su Fire TV Stick e diversi Box TV Android. Potete anche installarlo su un normale computer Windows, MAC o Linux usando un emulatore come Bluestack. Quindi in pratica è un’app universale per vedere tutto il calcio in streaming. Dove scaricare Live Football TV HD Streaming Live Football TV HD Streaming è scaricabile all’indirizzo seguente dove scaricherete l’app direttamente dal Play Store ufficiale di Google, quindi sicura e senza virus sul vostro smartphone o tablet Android. Una volta installato la avviate e cercate i canali e le icone dove vedere la partita con l’immagine che vedete in apertura articolo. -> Download APK Live Football TV HD <-
  4. FilmPlus è una fantastica applicazione per Android che permette di vedere Film e Serie TV in streaming gratis. Ecco come installarla FilmPlus è un clone di TerrariumTV che permette di guardare film, serie TV, programmi e documentari gratuitamente in streaming su dispositivi Android, Amazon Fire Stick, Fire TV, Nvidia Shield, Android TV Box e molti altri dispositivo. L’applicazione è piena di contenuti, sono davvero tantissimi, attingendo da numerosi fonti sul web, tutti ben organizzati e facili da trovare. Con FilmPlus avrete accesso a migliaia di contenuti sempre disponibili di qualità, accuratamente selezionati per essere visibili anche in alta definizione e super aggiornati. FilmPlus usa la tecnologia di link scraping che permette di andare a scansionare il web alla ricerca di nuovi link per renderli disponibili dentro l’applicazione in tempo reale. Su FilmPlus potete trovare contenuti in alta definizione, sia in FullHD ma anche in 4K, permette di trovare qualsiasi film o programma televisivo che desideri usando la comoda funziona di ricerca. Potrete trovare Film, Serie TV, Documentari e programmi televisivi aggiornati di frequente che funzionano tutti benissimo e con una qualità eccellente. Sicuramente una delle app migliori da avere e provare sebbene i contenuti disponibili in lingua Italiana non siano tantissimi ma comunque ci sono e si trovano, basta cercare il titolo e vedere i dettagli dello streaming per capire se sono in lingua originale oppure anche in Italiano. Di seguito la procedura da seguire per scaricare ed installare FilmPlus su Android (smartphone, tablet e TV Box) e anche su Fire Stick. Come installare FilmPlus su Amazon Android Scarica il file APK di FilmPlus direttamente dal tuo dispositivo Android Download APK FilmPlus Una volta scaricato il file APK, aprilo con un normale File Manager come File Expert o Astro Clicca sul file APK e installa il file Se ti richiede di abilitare le origini sconosciute Come installare FilmPlus su Amazon Fire TV Stick, Cube, ecc La guida che trovate di seguito vede il primo passo completarsi con l’installazione di FileLinked sul tuo dispositivo Fire TV ma se hai già installato FileLinked puoi passare direttamente al codice per l’installazione in fondo. Ecco come fare per installare FilmPlus sulla Fire TV Stick, Cube ed altri della gamma Fire TV in modo facile e veloce. Apri Fire TV Stick o Fire TV Seleziona Impostazioni Vai in Impostazioni e scorri verso il basso Seleziona La mia Fire TV o Dispositivo Seleziona la voce Opzioni sviluppatore Seleziona App da origini sconosciute Seleziona Attiva Ora torna alla schermata principale e spostati sul pulsante Trova e quindi seleziona la voce Cerca in basso Ora usa la tastiera e inizia a digitare Downloader . Una volta che vedi Downloader sotto selezionalo Nella schermata successiva seleziona l’icona Downloader Seleziona Scarica Una volta scaricato seleziona la voce Apri Seleziona dunque Consenti quando ti viene chiesto di concedere a Downloader l’accesso ai file (autorizzazione necessaria) Seleziona OK una volta aperta l’app Ora vedrai la seguente schermata. Seleziona la sezione URL Digita get.filelinked.com e seleziona il pulsante in basso Vai FileLinked verrà ora scaricato e non appena terminato il download dovrai selezionare la voce Installa in basso a destra Una volta completata l’installazione, seleziona il pulsante Fine Seleziona Elimina per eliminare il file APK che ora è inutile visto che è stato già installato Seleziona di nuovo il tasto Elimina Torna alla schermata principale e seleziona Avvio applicazioni Seleziona l’app FileLinked Al primo avvio devi immettere il codice 51829986 per scaricare la versione AdFree, consigliato, oppure 26337862 per scaricare la versione ufficiale di FilmPlus e quindi selezionare Continua Premi Ignora ogni volta che viene visualizzato un popup Seleziona Cerca file Digita filmplus e seleziona Avanti Seleziona FilmPlus Ad Free Selezionare FilmPlus Ad-Free di nuovo Seleziona Installa Seleziona Fatto Torna alla schermata principale e quindi seleziona Avvio applicazioni FilmPlus si troverà in questa schermata che puoi avviarla in un click e goderti dello spettacolo in streaming con Film e Serie TV
  5. L'inglese è la lingua del commercio globale ed è quindi importante conoscerla a dovere. Oggi per quasi ogni professione a contatto col pubblico o anche se volete accedere alla quantità di informazioni che esistono su internet è importante conoscere la lingua inglese. Se non lo conoscete ancora a dovere o se volete approfondire la vostra conoscenza di inglese scritto e parlato, anche il vostro smartphone può aiutarvi. Sono molte infatti le App per imparare la lingua inglese senza troppi sforzi e divertendosi. Le Migliori App per imparare l’Inglese In questo articolo vedremo le migliori e vi daremo qualche utile consiglio per completare la vostra preparazione. Duolingo Dualingo non è l’app più completa sul mercato ma è gratuita e questo costituisce un buon punto. Inoltre, oltre l’inglese permette di imparare molte altre lingue. L’approccio è semplicissimo e ricorda un videogioco. Duolingo sfrutta la competizione fra utenti per spingere ognuno ad esercitarsi di più. L’app propone brevi esercizi pratici, perfetti per chi ha poco tempo. Una volta iscritti ad un corso partirà un quiz che servirà per stabilire il livello di partenza e dopo si potrà iniziare ad imparare. Alla fine del corso, pagando una modica cifra si può fare un esame a distanza e si può ottenere anche una certificazione riconosciuta. Una ricerca interessante, ha esaminato il corso di spagnolo (per inglesi). Stando ai risultati ottenuti con questo corso, 34 ore sono risultate paragonabili ad un corso universitario semestrale (consultate la ricerca su questo documento PDF). Duolingo in verità non è completamente gratis. Esiste una sottoscrizione premium che permette di rimuovere la pubblicità e scaricare le lezioni per poterle continuare anche in assenza di connessione ad internet. Per fortuna, si tratta di funzioni abbastanza accessorie che non intaccano l’esperienza globale che si ottiene. L’App però non è perfetta. Probabilmente andrebbe accoppiata a delle lezioni di grammatica in modo da poter essere ancora più efficace. Se volete provare anche voi a cimentarvi con Duolingo, potete scaricare questa convincente app gratis dall’App Store di Apple o dal Play Store di Android. Babbel Babbel è probabilmente l’app più conosciuta di questa lista delle migliori app per imparare l’inglese; complice una campagna di marketing che coinvolge fin anche le pubblicità in TV. Si tratta di un’app che dietro il pagamento di una cifra mensile permette di fare pratica in molte lingue. Fra i tanti corsi, uno dei più apprezzati è proprio quello di inglese. Anche Babbel, un po’ come Duolingo si basa sul metodo “natura”, cercando di rendere istintivo l’utilizzo della nuova lingua tramite esercizi pratici mirati. Con Babel si può facilmente migliorare il proprio inglese o imparare la lingua anglosassone dai rudimenti. Rispetto alle soluzioni gratuite, Babel propone audio registrati da madre lingua e un maggiore equilibrio fra i vari aspetti di una lingua. Babel propone in modo bilanciato lezioni ed esercizi di vocabolario, grammatica, ascolto e comprensione. Inoltre, Babbel propone frasi ed esercizi utili nella vita reale e quotidiana, piuttosto che semplicemente accademiche. Dall’applicazione non è possibile ottenere alcuna certificazione ma un certificato per le ore di corso sostenute che può essere scaricato collegandosi al sito ufficiale. Se volete provare Babbel potete scaricarla direttamente dal Play Store o da App Store. LearnEnglish Grammar Se cercate un’app gratuita su cui fare esercizio su specifici argomenti di grammatica, Learn English farà al caso vostro. L’app di British Council è molto apprezzata perché propone ben 1000 esercizi ed è ben organizzata con un’interfaccia semplice in cui è facile ambientarsi. L’app è completamente in inglese ma se possedete già delle basi, è semplice capire le consegne dei vari esercizi. Nell’applicazione si visualizzano annunci pubblicitari che risultano non invasivi. Se volete scaricare LearnEnglish Grammar la trovate gratis per Android e iOS sui rispettivi store. British Council è un’istituzione importante, visto che è colei che gestisce la prestigiosa certificazione IELTS. La società propone altre interessanti app gratuite (supportate sempre tramite pubblicità), per migliorare il proprio inglese: LearnEnglish Podcasts (Android e iOS), offre dei podcast da seguire per migliorare le proprie capacità di ascolto e comprensione; LearnEnglish GREAT Videos (Android e iOS), app simile alla precedente ma con i video al posto degli audio; LearnEnglish Sounds Right (Android e iOS), si tratta di un’app dedicata la miglioramento della pronuncia; Learn English with Johnny Grammar’s Word Challenge (Android e iOS), un simpatico quiz per mettersi alla prova e migliorare il vocabolario e l’ortografia; IELTS Prep App (Android e iOS), è l’app ufficiale di preparazione alla famosa certificazione di lingua inglese. Memrise Memrise, come si potrebbe evincere dal nome, è un’app che sfrutta noti trucchi mnemonici per aiutare gli utilizzatori ad imparare e ricordare parole e frasi in inglese. Memrise è indirizzata principalmente a coloro che vogliono approfondire l’inglese parlato e colloquiale. L’app offre interessanti video ed esercizi in cui potrete vedere in che modo, le persone madrelingua inglesi, si esprimono davvero nel quotidiano. Le lezioni che vengono proposte sono basate su un algoritmo che tiene conto delle parole che si sono già imparate. La versione gratuita permette di seguire una sola lezione al giorno. Il prezzo della sottoscrizione è in linea con quello delle soluzioni concorrenti (59 € l’anno). Se volete provare Memrise trovate l’app su Play Store e App Store. ABA English ABA English è ottima se state cercando un’app che setti il livello dei corsi e degli argomenti secondo lo standard delle certificazioni internazionali. Sono presenti corsi di vari e noti livelli: Beginners (A1), Lower Intermediate (A2), Intermediate (B1), Upper Intermediate (B2), Advanced (B2-C1) e Business (C1). ABA English, a differenza delle altre soluzioni presentate sopra, non è completamente automatizzata. Oltre ai classici esercizi, sono presenti anche insegnanti in carne ed ossa, con cui è possibile interagire e chiedere chiarimenti e spiegazioni. L’app è apprezzata per la completezza dei corsi e la facilità di utilizzo. La registrazione è gratuita, così come il download; per sfruttare a dovere i corsi e tutti gli esercizi disponibili bisogna però effettuare una sottoscrizione. Il costo dell’abbonamento è in linea con quello dei concorrenti. Se volete provare ABA English potete scaricare l’app direttamente da Play Store e App Store. Learning English: Listening & Speaking Learning English è un’ottima app se non si partite completamente da zero per migliorare il proprio livello di inglese. L’app porta su smartphone e tablet gli splendidi contenuti elaborati dal premiato corso BBC, disponibile sul Web a questa pagina. Nell’app sono disponibili conversazioni di: BBC News, BBC Learning English Program: 6 Minute English, English At Work, The English We Speak, correlate da trascrizioni, vocabolario ed esercizi. Come detto, per trarre profitto da questo materiale, si consiglia di aver già raggiunto almeno il livello A2. L’app ,al momento in cui scriviamo, è disponibile solo per Android, sul Play Store. Su App Store per iPhone e iPad questa applicazione non è disponibile ma fortunatamente ne è presente una simile ed altrettanto valida dal nome “Learn English by Conversation”.
  6. Applicazione per Android, iOS, Windows, macOS e Linux per guardare in streaming gratis Rokkr è una delle applicazioni più ricercate del momento e che permette di accedere a tantissimi contenuti in streaming da vedere gratuitamente. Infatti come ogni app che si rispetti, Rokkr oltre ad avere una grafica curata, indicizza una serie infinita di contenuti disponibili in streaming senza pagare con moltissimi film e serie TV anche in Italiano. Rokkr è un applicazione gratuita disponibile per tantissime piattaforme come Android, iOS, Fire TV Stick, MAC, Windows e anche Linux. Insomma su tutti i dispositivi in commercio potrete vedere film, serie TV e una grande selezione di canali live italiani. Rokkr è la sostituta di Watched e contiene gli stessi contenuti sempre aggiornati e funzionanti, con tutte le sezioni ottimamente ordinate. Lo streaming dell’app Rokkr riprende sempre la fonte di Watched e carica i contenuti presi direttamente da Netflix, Amazon e altri contenuti famosi. L’app Rokkr ricorda il controverso Vavoo.tv Media Center così come Watched ed infatti gli URL dei bundle per Rokkr e Watched sono completamente compatibili e si trovano facilmente su internet. Come funziona Rokkr Dopo aver installato l’app sul vostro dispositivo (link al fondo di questo articolo) inseriamo come fonte huhu.to oppure watched.com proprio come facevamo su Watched. In automatico verranno caricate una serie di sezioni contenente film, serie TV e canali live. Per trovare i contenuti nella nostra lingua dovrete selezionare la nazione tra quelle disponibili tra cui c’è anche l’Italia. Download Rokkr Potete scaricare l’applicazione di Rokkr gratuitamente direttamente dagli store ufficiali per i diversi sistemi operativi e di seguito trovate il link diretto che vi rimanderà alla fonte dove installarla facilmente. Rokkr è disponibile per Android, iOS, MAC, Windows e anche Linux ed in particolare quella di Android funziona alla perfezione anche su la chiavetta Fire TV Stick. Conclusioni Rokkr Abbiamo letto una marea di recensioni online e l’abbiamo anche provata noi direttamente sul nostro dispositivo Android e devo dire che durante la visione di contenuti on-demand lo streaming è stato quasi impeccabile se non per qualche sporadico blocco, mentre per quanto riguarda gli elementi live, si bloccavano spesso con buffering continuo ma per fortuna non su tutti i canali.
  7. Bee è un’app permette di minare direttamente dallo smartphone. Bee Network è una criptovaluta che sta spopolando in rete da dicembre 2020 e che a gennaio 2021 ha raggiunto un discreto seguito di utenti. Infatti in poche settimane ha raggiunto l’incredibile cifra di oltre 1 milione di utenti che minano Bee e il fatto del tanto successo è dovuto al fatto che minare Bee è gratis, si fa con lo smartphone installando una semplice app. Cos’è la criptovaluta Bee? Bee non è ancora una criptovaluta, ma è un token. Vuol dire che sono state avviate le procedure per minare le criptovalute ma non sono quotate su nessun exchange. In poche parole, Bee non ha ancora un valore di riferimento con cui quantificare il suo reale prezzo al cambio Bee-Dollari/Euro ma questo è un comportamento normale per tutte le criptovalute che vogliono emergere. Come si estraggono (minano) Bee? Bee Token (BEE) è un token e opera sulla piattaforma Ethereum ed è possibile estrarla semplicemente installando la sua applicazione sullo smartphone. Si mina in maniera completamente gratuita, si installa l’app, accedi con il tuo account Facebook o il numero di telefono ed il contatore dei Bee inizia a partire. L’unica attività da fare, è cliccare ogni 24 ore sul pulsante verde a forma di ape, così da avviare il contatore e minare i Bee. Purtroppo al momento è proprio l’attività di mining a preoccupare di più, perché a noi sembra più un contatore che un’attività di mining vera e propria poiché come pubblicizzato dagli stessi produttori, l’app non consuma batteria e non consuma banda, ma è tutto basato sul Cloud Mining. L’attività di estrazione è gratuita e ogni ora potrete raggiungere la cifra fino a 1.6 Bee estratto secondo le regole seguenti: 1,6 Bee prodotti all’ora se utilizzato da meno di 100.00 utenti 0,8 Bee prodotti all’ora se si superano i 100.000 utenti 0,4 Bee prodotti all’ora se si superano 1 milione di utenti 0,2 Bee prodotti all’ora oltre 10 milioni di utenti 0,1 Bee prodotti all’ora oltre 100 milioni di utenti 0 Bee La produzione terminerà quanto ci saranno 1 miliardo di utenti. Secondo i programmi di Bee Network, la criptovaluta sarà estratta tra il 2020 e il 2023. Arriverà sul mercato entro il 2021 e nel 2024 dovrebbe finire la sua estrazione. Al momento, sempre secondo Bee Network, il costo di 1 Bee Coin sarà di 1 dollaro in fase di partenza, per poi agganciarsi ai vari exchange per aumentare il valore reale. Bee è una truffa? Bee Network non è nuovo sul web, e ricalca in pieno quanto visto nel 2018 (forse anche prima) da Pi Network, che permetteva di minare gratis la criptovaluta (ancora Token) Pi, sempre tramite un’app. Ed è proprio l’applicazione ad essere il problema principale, con autorizzazioni a non finire dalla prima installazione e che ha molto di sospetto. Infatti il sito web ufficiale di Bee, è solo pieno di frasi, slogan, immagini e promesse, ma nessuna altra informazione su dove sono memorizzate le criptovalute, il sistema di autorizzazione delle transazioni, la gestione del portafoglio e molto altro. Come dimostrato dal report che trovate CLICCANDO QUI, l’app di Bee per Android invia dati a ben 11 tracker, tra cui i classici Facebook e Google ma anche ad altre fonti meno conosciute, e che non sappiamo che cosa facciano con i nostri dati. In particolare quelle in grassetto raccolgono una quantità incredibile di dati ma non sappiamo come siano trattati. AdColony AppLovin (MAX and SparkLabs) Facebook Ads Facebook Login Facebook Share Google AdMob Google Analytics Google Firebase Analytics JiGuang Aurora Mobile JPush Twitter MoPub Tutte queste fonti hanno completo accesso a ben 37 permessi che consentono di avere una tracciabilità dei vostri dati impressionante. Tutti questi permessi sono davvero troppi per un’app di mininig che promette di non usare internet e molta batteria per minare Bee in modo gratuito. Ecco l’elenco completo dei permessi dell’app: ACCESS_COARSE_LOCATION access approximate location (network-based) ACCESS_NETWORK_STATE view network connections ACCESS_WIFI_STATE view Wi-Fi connections CHANGE_NETWORK_STATE change network connectivity GET_TASKS retrieve running apps INTERNET have full network access MOUNT_UNMOUNT_FILESYSTEMS READ_APP_BADGE READ_CONTACTS read your contacts READ_EXTERNAL_STORAGE read the contents of your SD card READ_PHONE_STATE read phone status and identity RECEIVE_BOOT_COMPLETED run at startup RECEIVE_USER_PRESENT SYSTEM_ALERT_WINDOW This app can appear on top of other apps VIBRATE control vibration WAKE_LOCK prevent phone from sleeping WRITE_CONTACTS modify your contacts WRITE_EXTERNAL_STORAGE modify or delete the contents of your SD card WRITE_SETTINGS modify system settings UPDATE_COUNT BIND_GET_INSTALL_REFERRER_SERVICE READ_SETTINGS UPDATE_SHORTCUT CHANGE_BADGE CHANGE_BADGE READ_SETTINGS WRITE_SETTINGS UPDATE_BADGE READ_SETTINGS WRITE_SETTINGS READ WRITE BROADCAST_BADGE PROVIDER_INSERT_BADGE JPUSH_MESSAGE BADGE_COUNT_READ BADGE_COUNT_WRITE Non so voi, ma dopo aver letto tutte queste informazioni, io diffiderei dall’utilizzo di Bee perchè veramente date in mano a sconosciuti tantissimi vostri dati e permessi assurdi per un’app Android. Se lo volete provare a vostro "rischio e piricolo vi lascio il mio Referral Code: ddf0f-21
  8. Veezie.st è una piccola app disponibile per Android e iOS che permette di vedere film e serie TV in streaming gratis e sebbene non contenga nessun contenuti illegale è facile aggiungerli. In pratica inserendo nella sezione CANALI i link giusti potrete vedere tantissimi contenuti in streaming senza pagare. Noi abbiamo selezionato i migliori. Abbiamo selezionato i migliori siti da aggiungere ai Canali di Veezie.st per accedere a migliaia di film, serie e anime in streaming gratis su tantissime piattaforme come Android, iOS ma anche Windows tramite un opportuno emulatore per Android. Tramite l’inserimento dei Canali potrete accedere ad una quantità incredibile di Film e Serie TV da vedere in streaming gratis. Sarà sufficiente aggiungere il link di un sito di streaming o di file hosting anche quelli personali come Dropbox o OneDrive mettendo il link come pubblico per avere nel palmo di una mano una videoteca completa. Dove scaricare Veezie.st Veezie è disponibile per Android ed iOS e le applicazioni sono disponibili sui relativi store di Google ed Apple dove troverete sempre l’ultima versione aggiornata. Ecco i link diretti dove scaricare Veezie direttamente sul vostro smartphone o tablet compatibile: Download Veezie per Android Download Veezie per iOS Migliori CANALI da aggiungere Veezie.st Ecco i canali migliori da aggiungere a Veezie.st da aggiungere tutti insieme ed averli sempre disponibili. Potremo vedere i video usando il player integrato o usando un player esterno Wuffy, XMTV o MX Player. Migliori siti di Film e Serie TV in streaming da aggiungere a Veezie.st: https://cb01.support https://cb01.band https://cbo1.movie https://cineblog01.green https://www.cineblog01.place https://serietvonline.surf https://cinemalibero.win https://casacinema01.surf https://roma.polpo.tv https://seriehd.email https://eurostreaming.camp https://www.guardaserie.date https://www.altadefinizione01.camp https://www.altadefinizione01.games https://altadefinizione.games https://www.tantifilm.pink https://hd.filmsenzalimiti.me https://altadefinizione.name https://www.piratestreaming.date https://www.eurostreaming.chat https://altadefinizione.construction https://ilgeniodellostreaming.cab https://toonitalia.pro https://cinemalibero.store https://www.animeworld.tv https://ww1.animeforce.org https://filmitaliano.online Come aggiungere i CANALI su Veezie.st Ora che avete i canali migliori per Veezie.st ecco che dovete aggiungerli all’applicazione. Una volta aperta l’applicazione sul vostro dispositivo dovete accedere alla sezione “I miei canali” dal menu laterale, poi dovete cliccare sull’apposita voce “Aggiungi Canali” dove possiamo inserire tutti i link sopra citati.
  9. la nostra foto non è rovinata per sempre, esistono moltissimi strumenti, anche gratuiti, che permettono facilmente di eliminare persone dalle foto. Oltre che per rimuovere le persone, queste app e programmi possono benissimo essere usate per eliminare oggetti che preferiremmo non fossero presenti nelle foto, per esempio i cavi o i pali dell’alta tensione spesso presenti nelle foto dei panorami. I migliori programmi per rimuovere persone dalle foto Photopea Una WebApp basata su HTML5, cioè un’applicazione completa che potete usare online, senza bisogno di alcuna installazione. L’app appare come un clone gratuito della nota e apprezzata Photoshop di cui mette anche a disposizione numerosi strumenti, fra questi anche quello dedicato alla cancellazione di oggetti e persone. Utilizzare Photopea per rimuovere persone o oggetti dalle foto è semplicissimo: aprire un browser HTML5 compatibile (le ultime versioni di Edge, Chrome, Firefox lo sono tutte) ed andare sul sito del servizio; aprire l’immagine da correggere andando su “File” poi su “Apri”; una volta aperto il file, si potrà passare direttamente alla correzione. Ci sono tre efficaci strumenti per togliere qualcosa da un’immagine, e sono facilmente individuabili dall’icona a forma di cerotto: il più pratico e veloce è “Pennello correttivo al volo”; una volta selezionato lo strumento, in alto a sinistra nell’interfaccia è possibile scegliere dimensione e forma del pennello, tramite un comodo pannello dedicato; a questo punto si potrà selezionare l’area da cui rimuovere la persona (conviene andare in più step, concentrandosi sulle aree in cui lo sfondo è abbastanza omogeneo); è possibile ripetere gli step per ottenere un risultato migliore fin quando non si è soddisfatti; a correzione avvenuta, scaricare il risultato sarà semplice: si potrà cliccare su “File” e poi su “Esporta come” per salvare la foto sul computer. GIMP Famoso software per fotoritocco free open source e multipiattaforma, può anche essere usato come programma per cancellare persone dalle foto. Si tratta di un’ottima applicazione con strumenti molto potenti. L’installazione del programma è semplice e simile su ogni piattaforma; per MacOS e Windows basta andare sul sito, scaricare l’eseguibile e a download concluso lanciarlo e seguire la procedura. Su Linux dipende dalla distribuzione, ma si trova in genere su tutti i repository base, quindi basta cercarlo nel gestore di pacchetti (se non addirittura già disponibile nei tool base del sistema operativo). Una volta eseguita l’installazione, si può passare all’uso degli strumenti di correzione. Permette di rimuovere oggetti o persone in modo molto semplice, bastano pochi e semplici passi: cliccare sull’immagine da modificare con il tasto destro e nel menu contestuale che appare scegliere “Apri con” e poi “GIMP”; dopo aver aperto l’immagine su GIMP, attivare nella barra lateralelo “Strumento cerotto”; subito sotto nel pannello “Opzioni strumento”, è possibile regolare vari settaggi come la forma e la dimensione del pennello; subito dopo si può intervenire sull’immagine selezionando l’area dove è presente la persona o l’oggetto da eliminare; la procedura può essere ripetuta per ottenere un risultato ottimale (anche in questo caso si consiglia di procedere per step, andando ad evidenziare aree omogenee); una volta soddisfatti si può conservare l’immagine ripulita andando sul menu “File” e poi sulla voce “Salva”. Le migliori app per rimuovere persone dalle foto Su smartphone e tablet ormai esistono valide app per l’editing delle foto con strumento di rimozione oggetti che non fanno più rimpiangere le soluzioni desktop, eccovi una breve lista delle migliori: Snapseed (Android e iOS) L’app è stata acquisita da Google qualche anno fa, che ne ha integrato alcuni degli ottimi filtri e funzioni su Foto, ma non ha smesso di migliorare. Snapseed è ad oggi una delle migliori soluzioni per modificare le proprie foto direttamente sul cellulare, grazie a filtri spettacolari, funzioni avanzate ed intelligenti e ottime prestazioni. Fra le tante altre applicazioni per cui può essere usata, una delle funzioni più apprezzate è proprio lo strumento “Correzione” (con la consueta icona a forma di cerotto) che permette in modo semplice e rapido di rimuovere persone o oggetti indesiderati dai nostri scatti. L’app Snapseed è completamente gratuita! Senza limitazioni né pubblicità, la trovate sul Play Store per Android e sull’App Store per iOS. Adobe Photoshop Express (Android e iOS) Il famoso software per modificare le foto è arrivato anche su mobile, portando con se gran parte degli strumenti che lo hanno reso famoso. L’app dispone di moltissimi e potenti filtri, riesce a modificare efficacemente le foto di molti formati e permette anche di utilizzare lo strumento di correzione per togliere persone dalle foto e anche rimuovere oggetti. Anche Adobe Photoshop Express è disponibile per Android e iOS gratuitamente e senza limitazioni. PhotoDirector (Android e iOS) CyberLink è sempre una garanzia, dopo il rilascio della nuova versione, PhotoDirector è divenuta una delle migliori app disponibili su mobile per migliorare le nostre foto. Fra le sue tante ed apprezzate funzioni c’è quella che permette la rimozione automatica di oggetti e persone indesiderate dalle foto. Se volete provarla la trovate gratis con acquisti in app sul Play Store e App Store.
  10. Come ascoltare canzoni gratuitamente con Alexa, sia tramite l’app che tramite i dispositivi Amazon Echo. Alexa supporta solo le versioni Premium a pagamento dei servizi musicali più noti come Spotify e Apple Music. Ma esistono altri metodi per sentire la nostra musica preferita gratis anche tramite i dispositivi Echo. Ascoltare musica su Alexa senza abbonamento Dal 3 aprile 2020 è ormai possibile accedere ad Amazon Music anche se non si ha un abbonamento ad Amazon Prime. Prima di questa data il servizio era incluso solo per coloro che avevano sottoscritto Amazon Prime, mentre ora il servizio incluso con quest’ultimo si chiama Amazon Music Prime. Le differenze fra i 4 servizi di Amazon Music sono le seguenti: Amazon Music Free vi permetterà di ascoltare musica su alexa senza abbonamento, in quanto la piattaforma si sostiene grazie all’ascolto di annunci pubblicitari, così come accade anche per la versione gratuita di Spotify. Questo abbonamento vi permette di ascoltare solo musica in Playlist di qualità appositamente create per questo servizio, quindi non potrete scegliere la canzone personalmente. Amazon Music Prime è compresa con l’abbonamento di Amazon Prime e permette l’ascolto di oltre 2 milioni di brani e migliaia di playlist. Amazon Music Unlimited permette l’ascolto di oltre 60 milioni di brani e migliaia di playlist. Il suo costo è di 9.99 € al mese, con spesso offerte sui primi mesi a un costo nettamente inferiore. Amazon Music HD ha compreso nel suo abbonamento l’ascolto di 60 milioni di brani in alta definizione e 2 milioni di brani in Ultra HD (UHD), oltre mille brani in 3D su Amazon Echo Studio e migliaia di playlist. Il suo costo è di 14.99 € al mese, con spesso offerte sui primi mesi a un costo nettamente inferiore. Tutti i servizi essendo sempre di Amazon, sono perfettamente integrati con Alexa e possono essere gestiti direttamente con la voce. Se avere sottoscritto Amazon Prime, sul vostro account Amazon associato ad Alexa, sarà subito disponibile Amazon Music Prime senza alcuna altra configurazione. Se i comandi vocali non dovessero funzionare, basta assicurarsi che Amazon Music sia il servizio musicale predefinito. Servono pochi passi, la procedura è in pratica analoga da app Alexa o da sito, quindi: aprire l’app di Alexa, premere in alto a sinistra sul tasto menù (caratterizzato da tre segmenti paralleli orizzontali); quindi fare tap sulla voce “impostazioni“, quindi premere sulla voce “Musica” e poi su “Servizi predefiniti”; nella schermata assicurarsi che il servizio selezionato sia Amazon Music. I comandi vocali più comuni per gestire la musica sono: “Alexa riproduci Musica“- verrà riprodotta una playlist basata sugli ultimi brani ascoltati; “Alexa riproduci [artista]“- verrà eseguita una lista di brani dell’artista in questione; “Alexa riproduci [brano]“- verrà eseguito il brano scelto; “Alexa passa alla prossima canzone“- permette di passare al prossimo brano. “Alexa metti in pausa” – sospende la riproduzione, che può poi essere ripresa in un secondo momento. Ascoltare musica tramite Deezer Se sfruttate questo comodo servizio musicale anche senza avere un account premium, ho una buona notizia per voi: il servizio tramite apposita Skill funziona perfettamente tramite Alexa, anche se è molto limitato. Ma si tratta di uno dei due soli modi per avere servizi di streaming musicale completamente gratis sul vostro Echo. La Skill è installabile semplicemente dall’app Alexa per Android e iOS, basta aprirla quindi: premere in basso a destra sul tasto menù (caratterizzato da tre segmenti paralleli orizzontali); fare tap sulla voce “Skill e giochi“, quindi premere in alto a destra sul pulsante a forma di lente di ingrandimento; cliccando in alto a destra sulla lente di ingrandimento, scrivere nell’apposita casella che appare “Deezer” selezionare la prima voce, e poi premere sul tasto “Abilita all’uso“; si aprirà una finestra in cui vi toccherà mettere le vostre credenziali del servizio e fare l’accesso. A questo punto avete finito la configurazione e potete godervi la vostra musica. La procedura è sostanzialmente analoga se si utilizza l’interfaccia Web di Alexa. La Skill permette di ascoltare la musica dal proprio “Flow“, la playlist automatica che il servizio realizza in base ai brani che abbiamo inserito nei preferiti. Per farlo bisogna svegliare Alexa e poi utilizzare il comando “Esegui su Deezer il mio Flow“; Inoltre, permette di avviare Flow basati su un artista specifico basta utilizzare il comando “Esegui su deezer [nome artista]“. Però si hanno alcune importanti limitazioni: non è possibile ascoltare le proprie playlist; se si cerca uno specifico artista partirà una playlist ispirata a quell’artista (Flow); non è possibile avviare una singola canzone. Ascoltare la radio tramite Alexa Abbiamo parlato di due servizi per la musica in streaming, ma esistono anche le stazioni radio che possono essere ascoltate online. Alexa ha già un comodo servizio, già predisposto per l’ascolto della radio in streaming online e si basa sull’ottimo TuneIn radio. Per ascoltare una stazione scelta base ai nostri gusti automaticamente da Alexa basta dire: ” Alexa, fammi ascoltare una stazione radio“ Per scegliere una particolare stazione radio basta utilizzare il comando: “Alexa, fammi ascoltare stazione radio [nome della stazione radio di vostro gusto]“ Se volete conoscere un elenco delle stazioni radio online disponibili, potete sfruttare l’app di Alexa, seguendo questi passaggi: aprirla e in basso andare alla voce “Intrattenimento”; scendere fino a “Radio Locale TuneIn” e premere su “Sfoglia“; nella schermata si possono trovare le più seguite radio locali, e quelle generali di più successo, inoltre in alto si può la funzione di ricerca per trovare una radio di vostro interesse. Alcune radio dispongono di una propria Skill dedicata, potete installarla direttamente andando nel menù skill, seguendo la procedura spiegata del paragrafo dedicato a Deezer. Utilizzare il proprio Echo come una cassa bluetooth Non molti sanno che il vostro dispositivo Echo può fare anche da comoda cassa Bluetooth e quindi può riprodurre musica e audio che gli inviate dal telefono o dal tablet. Per iniziare la riproduzione bisogna prima effettuare l’accoppiamento, ecco la rapida procedura: attivare il bluetooth nel terminale da cui si intende trasmettere e assicurarsi che sia impostato su rilevabile; aprire l’app di Alexa, premere sul tasto “Dispositivi” in basso a destra; selezionare la voce “Echo e Alexa” e poi il dispositivo Echo di cui si vuole accendere il Bluetooth; premere quindi sulla voce “Dispositivi Bluetooth” e poi sul tasto “Associa un nuovo dispositivo”. apparirà il dispositivo da associare e potrete selezionarlo. A questo punto la procedura sarà terminata e si potranno riprodurre i propri contenuti audio sulla cassa.
  11. Se vogliamo imparare la lingua inglese (per antonomasia la lingua più parlata e che tutti dovrebbero sapere) possiamo trovare una moltitudine di applicazioni che, in modo semplice e gratuito, permettono di migliorare le basi che già conosciamo o permettono di imparare da zero nuove parole e la grammatica Migliori App per imparare l'inglese Le app che vi andremo a segnalare sono fondamentalmente gratuite, ma spesso offrono corsi avanzati e lezioni interattive a pagamento. In ogni caso possiamo utilizzare tutto il materiale gratuito senza limiti e apprendere così le basi in maniera semplice ed efficace. Duolingo Una delle app migliori per il sistema di apprendimento delle lingue straniere ed è disponibile per Android e iOS. Duolingo si basa su livelli di apprendimento e test dove guadagnare punti abilità e confrontare i progressi con le altre persone. E' quindi possibile utilizzare la vostra conoscenza per tradurre i contenuti del mondo reale, ed essere valutati da altri utenti. Attualmente è una delle app che consigliamo di provare subito, perché permette davvero di imparare subito l'inglese divertendosi. ABA English Se cerchiamo un corso professionale da poter seguire gratis dal nostro smartphone, possiamo affidarci ad ABA English, disponibile per Android e per iOS. Con quest'app potremo assistere a migliaia di lezioni in diretta per tutti i livelli di inglese (fino al C1, ossia inglese business), imparare con esercizi davvero molto divertenti (come per esempio riempire il testo di una famosa canzone con le parole mancanti) e imparare la pronuncia e nuovi vocaboli con i contenuti inseriti ogni giorno. Ovviamente solo i corsi base vengono offerti gratuitamente: se vogliamo proseguire nella scalata ai livelli d'inglese dovremo pagare un abbonamento mensile o annuale. Gymglish Una delle app più innovative che abbiamo provato per imparare l'inglese è Gymglish, disponibile per Android e iOS. La caratteristica principale di quest'app è che si adatta in maniera dinamica ai nostri errori: più sbagliamo, più gli esercizi diventano semplici e focalizzati sugli errori fatti in precedenza; se invece diventiamo molto bravi, il livello delle lezioni e degli esercizi diventa via via sempre più difficile, così da poterci guidare gradualmente verso la piena padronanza della lingua inglese. Drops Drops è tra le nuove app che ha riscosso più successo nel settore delle app d'apprendimento, diventando subito una delle più scaricate su Android e iOS. L'app permette di imparare l'inglese e tante altre lingue con esercizi quotidiani e giochi che non annoiano mai. Drops non pretende di insegnare la grammatica delle lingue, ma solo di memorizzare le principali parole che possiamo trovare per strada o ascoltando ciò che dicono le altre persone, tramite micro giochi e immagini minimaliste che diventano facili da ricordare. L'approccio dell'app ne fanno una delle migliori per le persone che non vogliono perdere troppo tempo ad imparare la lingua ma vogliono comunque riconoscere e pronunciare vocaboli di parole comuni. Babbel Altra app molto pubblicizzata e diventata in poco tempo una delle migliori app per imparare l'inglese è Babbel, disponibile per Android e iOS. Grazie a quest'app potremo imparare le frasi d'uso quotidiano o frasi e dialoghi da tenere in determinate situazioni, così da poter subito immergersi nella lingua parlata senza dover per forza studiare tutte le regole grammaticali. Possiamo trovare sia lezioni brevi (per chi va sempre di corsa) sia lezioni dettagliate con esercizi finali per poter testare le proprie capacità nella gestione della lingua. LearnEnglish Grammar Il British Counsil fornisce svariate applicazioni per imparare l'inglese, in particolare la grammatica. Se vogliamo quindi parlare l'inglese in maniera fluida e accattivante, possiamo installare sul nostro smartphone l'app LearnEnglish Grammar, disponibile per Android e iOS. Con quest'app avremo diversi livelli d'apprendimento da superare, così da poter comprendere pian piano tutti i costrutti e le regole grammaticali della lingua inglese, tutte essenziali per poter parlare correttamente e comprendere quello che ci viene detto. L'app adotta un approccio molto classico, con vari step da superare per ogni corso, esercizi in cui mettere alla prova le conoscenze apprese e dei testi finali per poter salire di livello o meno (in caso di errori, meglio tornare indietro sui propri passi e ripetere le cose mancanti o che non abbiamo appreso correttamente). Language Course (solo Android) Se disponiamo di un dispositivo Android possiamo scaricare il corso completo e gratuito al 100% offerto dalla Language Course. Con questo dizionario interattivo potremo imparare la pronuncia di ogni parola e apprendere molte delle frasi di uso comune, così da poterle utilizzare in qualsiasi momento della giornata. Tra le funzionalità incluse nell'app segnaliamo il funzionamento offline (senza connessione Internet), la modalità Solo ascolto e regolatore di velocità e di capacità (così da poter sentire le parole in base alla conoscenza della lingua inglese: lento per i principianti e veloce per chi è già esperto con la lingua). Altre app per imparare l'inglese Quelle che vi abbiamo descritto nel primo capitolo sono senza ombra di dubbio le migliori app che possiamo installare sul nostro smartphone o tablet per imparare velocemente l'inglese in ogni suo aspetto, anche in base alle nostre capacità. Negli store sono però disponibili centinaia di app a tema! Qui in basso abbiamo raccolto quelle che reputiamo essere tra le migliori app da provare in alternativa a quelle già segnalate. Memrise (Android e iPhone) è un'altra app già descritta in questo blog, con una grande varietà di corsi per imparare lingue straniere gratuitamente. Memrise è un sito web e un'app con corsi online di lingue straniere che funziona anche offline, senza connessione internet. Lingua.Ly è uno strumento di apprendimento d'inglese e altre lingue a scelta che si integra con la navigazione internet per trasformare i siti web non in italiano in opportunità di apprendimento linguistico. Con Lingua.ly si possono imparare nuove parole d'inglese ogni giorno leggendo testi online scelti dall'applicazione in base agli interessi selezionati in fase di iscrizione. Tandem è un'app per iPhone e Android famosa per le caratteristiche social, che permette di scambiare informazioni e dialoghi con un'altra persona, in modo da apprendere e imparare una lingua ed anche per conoscere nuovi amici internazionali. SpeakingPal English Tutor permette di migliorare l'inglese parlato utilizzando la tecnologia di riconoscimento vocale per simulare una chiamata vocale con un madrelingua inglese. Ci sono più di 100 livelli e molti diversi dialoghi, frasi e vocaboli. L'app, incredibile per quanto è interattiva, è gratuita solo per 16 livelli, su iPhone e Android. Test di grammatica inglese per Android è una delle app per imparare l'inglese più sorprendente, con oltre 1.200 compiti per la grammatica in modo da imparare tempi, pronomi, aggettivi, avverbi, preposizioni, ordine delle parole e altre cose simili. Ci sono anche test, esercitazioni pratiche, progettazione dei materiali e analisi. Dictionary.com è l'app dizionario inglese con definizioni e traduttore migliore per iPhone e Android già descritta in un altro articolo, che funziona anche senza connessione internet. Busuu è più che altro un social network per imparare le lingue, uno dei siti migliori per imparare lingue online e gratis, che esiste anche come app per Android e iOS. Le lezioni vanno da principiante ad avanzato, e Busuu offre più di 150 argomenti, 3.000 parole e frasi . Fun Easy Learn English è un applicazione solo per Android con un vocabolario con più di 6.000 parole nel suo database utile a imparare nuove parole d'inglese avvalendosi di illustrazioni, immagini, file vocali per la pronuncia e traduzioni. Phrasalstein, a differenza delle altre applicazioni in questo elenco, serve a migliorare l'uso dei verbi in inglese. L'applicazione è stata disegnata come lo scenario di un film horror a cartone animato, con animazioni divertenti e un sistema di apprendimento efficace, per Android e iOS. Vocapp (Android e iPhone) è un'app per imparare l'inglese attraverso le flashcards, ossia attraverso immagini e domande a cui rispondere con scelta multipla. English Listening and Speaking (per Android) è un'altra app buona per studiare l'inglese con trascrizioni, registrazioni, espressioni idiomatiche, frasi e vocabolario. Non è strutturato come con app come Memrise o Duolingo, tuttavia, funziona alla grande per la pratica. Hello English: Learn English (Android e iPhone) è una delle più popolari app per l'apprendimento della lingua inglese, con centinaia di lezioni, giochi, un dizionario di 10.000 parole, incontri con insegnanti, classifiche globali e supporto offline. La maggior parte delle cose nell'app è gratuita, comprese le lezioni, i giochi, ecc. solo alcune funzionalità come gli insegnanti costano soldi. Dizionario Merriam-Webster (Android e iPhone) è un dizionario in inglese tra i migliori in assoluto, con pronunce audio e completamente gratis. Imparare l'inglese con lo smartphone o con il tablet è davvero possibile! Sono infatti molto numerose le app pensate per questo scopo e in grado di adattarsi a qualsiasi livello d'abilità. A conti fatti non ci viene mica chiesto chissà cosa: basta solamente mettersi d'impegno e imparare almeno le regole, le parole e le frasi fondamentali per poter parlare e capire l'inglese.
  12. Su smartphone Android e su iPhone ci sono diverse app per avere mappe di autovelox gratis da tenere sotto controllo capaci di avvisarci, sia quando superiamo il limite, sia quando viene segnalato un autovelox più avanti sulla strada. Le mappe segnalano autovelox fissi ed anche quelli mobili, tutor, posti di blocco, situazione del traffico e semafori controllati che possono essere segnalati dagli stessi utenti o tramite gli aggiornamenti forniti dalle stesse forze dell'ordine sugli autovelox fissi. Migliori app autovelox gratis Waze L'app gratuita Waze, disponibile per Android e per iPhone/iPad, offre la possibilità di segnalare autovelox e posti di blocco, grazie alle segnalazioni degli utenti in tempo reale. La particolarità di questo navigatore GPS è proprio la condivisione di informazioni sul traffico e sulle condizioni delle strade, dando così indicazioni più aggiornate di qualsiasi altro. Per usare Waze come limitatore di velocità bisogna attivare il tachimetro nelle impostazioni avanzate dell'applicazione, così da ricevere un allarme sonoro ogni volta che superiamo il limite di velocità rilevato su quella strada; oltre a questo possiamo attivare anche gli avvisi sugli autovelox fissi e mobili, così da poter rallentare in tempo (e in sicurezza) evitando le multe più salate. Waze è uno dei pochi compatibili con i sistemi Tutor e Vergilius, offrendo così informazioni anche nelle zone con sensori per il controllo della velocità media. Google Maps Anche l'app Google Maps (disponibile gratis per Android e per iPhone/iPad) può essere utilizzata in maniera proficua per rilevare i limiti di velocità durante il nostro viaggio e gli autovelox fissi presenti sulla rete autostradale o sulle vie principali. Con quest'app potremo subito scoprire se sono presenti degli autovelox lungo il percorso e, grazie agli avvisi dedicati, evitare di superare i limiti di velocità impostati sulla strada che stiamo percorrendo. Per approfondire possiamo anche leggere la guida Su Google Maps, Tachimetro (contachilometri) e limiti di velocità. TomTom AmiGO TomTom AmiGO è un'applicazione disponibile per Android e iPhone nata come strumento gratuito e indipendente dal noto navigatore GPS. Si tratta di un'applicazione davvero molto comoda e ben progettata, che funziona con le segnalazioni degli utenti. Durante un viaggio TomTom Autovelox ci dice in che via siamo ed il limite di velocità da tenere. Inoltre, quando siamo vicini ad un Autovelox, questo viene segnalato con un avviso sonoro. Anche se non funziona come navigatore dove trovare vie e percorsi, questa di TomTom è un'applicazione comoda anche per sapere la situazione del traffico sulla strada in tempo reale e per concentrarci solo sulla presenza degli autovelox, in particolare se conosciamo già molto bene la strada. Inoltre è una delle poche che funziona con gli autovelox sulle strade italiane ed anche di altri paesi compresi Croazia, Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Romania, Spagna, Stati Uniti, Inghilterra e tanti altri. Altre app Autovelox gratis Oltre alle app viste viste nei capitoli precedenti(che reputiamo senza ombra di dubbio le migliori per segnalare gli autovelox), possiamo comunque testare e provare sulle strade che percorriamo ogni giorno, così da provare se c'è qualche Autovelox che sfugge o che no viene visto dalle altre app più famose. Autovelox Fissi e Mobili è il nome di una popolare applicazione per Android e per iPhone che mostra la mappa degli autovelox fissi in tutta Italia ed anche in tanti altri paesi del mondo. Si può usare l'applicazione in macchina per controllare i limiti di velocità in tutte le strade e per farsi avvisare nel caso sia individuato un autovelox. Oltre a rilevare la posizione di telecamere dei semafori e del controllo della velocità Tutor delle Autostrade, vengono anche segnalate le postazioni utilizzate di solito per gli autovelox mobili. Sygic GPS Navigation per Android e per iPhone è un'app simile a TomTom, con tachimetro in tempo reale, rilevazione tramite GPS del nostro percorso, segnalazione di limiti di velocità e avvisi Autovelox. Sygic mostra una grafica pulita e chiara ed ha un database tra i più aggiornati e completi, che individua autovelox fissi ed anche quelli mobili, accettando anche segnalazioni dagli utenti. Autovelox!, per Android e iPhone, è un'app gratuita ma con limitazioni, che richiede il pagamento della versione premium se si vogliono ricevere gli avvisi in tempo reale e sbloccare altre funzioni. L'app è in grado di rilevare Autovelox fissi, mobili, tutor, semafori controllati e poi funziona anche come tachimetro per rilevare la velocità della macchina tramite GPS del telefono. Questa è una delle app più antiche per trovare Autovelox, ma oggi non è, per me, la migliore visto che ci sono alternative davvero valide. Rivelatore Radar solo per Android è un'altra ottima applicazione, leggera e semplice, ma aggiornata e che funziona in tutto il mondo, per sapere dove sono gli autovelox sulla strada e ricevere un avviso nel caso stiamo superando i limiti di velocità. In questo modo non è necessario tenere il telefono sempre acceso, ma può anche essere tenuto a schermo spento o con l'app in esecuzione in background. Autovelox Italia, disponibile solo per Android, rappresenta una delle migliori scelte per controllare se sono presenti degli Autovelox nascosti nelle strade. La particolarità migliore di Autovelox Italia è che si può integrare in Google Maps, così da combinare l'efficacia di entrambe le app e navigare più sicuri. L'app può anche segnalare posti di blocco, semafori con telecamere, incidenti e traffico in tempo reale. Anche se il nome scrive Autovelox Italia, questa app funziona in tutto il mondo (almeno nelle nazioni dove è consentito l'uso delle app autovelox)
  13. I migliori siti web dove scaricare APK per Android senza prendere virus o malware La sicurezza non è mai troppo e con i grandi sforzi fatti dai produttori, sviluppatori ed aziende del settore mobile per proteggere gli smartphone da virus e malware, se poi pur alzando tutte le barriere possibili, può essere sufficiente l’installazione di un file APK per per infettare lo smartphone, tutto è inutile. Ecco che scaricare file APK per Android (come i file EXE di Windows) da fonti sicure è importantissimo. E’ noto che la maggior causa di infezione da virus su smartphone Android è dovuta all’installazione di file APK (che contengono l’applicazione vera e propria) che contengono il virus o malware. Se il Play Store è il punto più sicuro dove scaricare applicazioni e giochi per Android, esistono ottime alternative dove scaricare file APK in totale sicurezza senza il rischio di prenderci un virus. Siamo andati alla ricerca dei migliori portali attualmente disponibili che permettono di scaricare i file APK di applicazioni e giochi per Android in maniera totalmente sicura. Questo perché i file APK che sono caricati su questi portali sono controllati prima di finire online e disponibili al download e sono senza virus o malware e non sono modificati per infettare il nostro smartphone. Dove scaricare APK sicuri per App e Giochi Android APK Mirror – https://www.apkmirror.com/ E’ senza dubbio la mia miglio scelta sotto ogni punto di vista, facile da usare e consultare, sempre aggiornatissimo e file APK super controllati da numerosi test. Non ho mai sentito di virus su file APK scaricati da APK Mirror ed è segno che è il più affidabile di tutti senza se e senza ma, dove scaricare file APK di app e giochi per Android. APK Pure – https://apkpure.com/it/ E’ il secondo per scelta, ma non per sicurezza o affidabilità, ed è al pari di APK Mirror ed è al secondo posto solo per la grafica un po’ confusionaria e con troppa pubblicità. Anche qui le applicazioni e giochi in formato APK che troviamo sono controllate prima di essere pubblicate e dunque sono sicure, senza virus o malware e potete installarle senza problemi. TorrAPK – https://www.torrapk.com/it Si tratta di uno dei siti per scaricare APK tra i più famosi e permette di scaricare app e giochi gratuiti disponibili sul Play Store. Non sono modificati e sono originali al 100% sicuri, analizzati prima di essere caricati e quindi prive di malware, virus o altre diavolerie degli hacker. Anche qui non troviamo app a pagamento o app moddate, quindi che potenzialmente possono essere infette. APK4FUN – https://www.apk4fun.com/ APK4FUN è un altra ottima alternative dove semplicemente accedendo al portale senza alcuna registrazione possiamo scaricare file APK privi di virus quindi sicuri al 100%. I file APK sono originali e senza modifiche così da essere sicuri e puliti e non arrecare danni al vostro dispositivo se li installate. Non trovate app e giochi craccati o moddati ma solo APK originali distribuiti ufficialmente dagli sviluppatori. AppsAPK – https://www.appsapk.com/ Si tratta di un altro celebre sito per scaricare APK di app e giochi che propone app gratuite normalmente già scaricabili dal Google Paly Store e che vengono resi disponibili al download per tutti quei dispositivi che non possono accedere al negozio ufficiale di Google. Anche qui controllati e scansionati, i file APK che trovate su AppsAPK sono sicuri senza virus. Aptoide – https://aptoide.com/ L’ho messo per ultimo solo perché sono disponibili al download migliaia di applicazioni anche se alcune volte sono caricati sugli store personalizzati dagli utenti anche APK truffaldine e contenente virus. Dallo store possiamo scaricare app sicure, almeno quelle ospitate direttamente da Aptoide ma non scaricare da store creati da altri utenti esterni che si creano il loro negozio. Evozi APK Downloader – https://apps.evozi.com/apk-downloader/ Evozi APK Downloader è il sito più famoso che permette di scaricare file APK direttamente dal Play Store. infatti inserendo il link dell’app o del gioco che volete scaricare dal Play Store, in automatico verrà generato il file APK da scaricare. E’ sicuramente il metodo più veloce e sicuro per scaricare APK dal Play Store senza incorrere in virus. Potete scaricare solo app e giochi che sono disponibili gratuitamente sul Play Store.
  14. Quzu TV migliore app alternativa a Smart IPTV o SS IPTV per vedere l’IPTV su Smart TV per Samsung, LG, Fire Stick e Android TV Quzu TV è una nuova applicazione disponibile per tantissimi dispositivi tra cui Smart TV e Android che permette di leggere liste IPTV in formato M3U o link diretto. Di per se l’applicazione è completamente legale poiché non contiene alcun link o lista precaricata al suo interno ed è completamente vuota, e dobbiamo caricare noi una lista. Le liste IPTV potete potete trovarle anche leggendo i nostri articoli che trovate nei link in alto se non ne avete una vostra. Purtroppo Quzu TV non è gratuita, e ha un costo di 7,99 euro per sempre che sono da pagare dopo averla provata per 7 giorni, ma vale tutti i soldi spesi visto che le funzionalità sono tante, è fluida e leggera e davvero curata a livello grafico. Tra le caratteristiche degne di nota troviamo una grafica bella ed ordinata, con trasparenze ed animazioni tra i menu, poi non mancano gli EPG, possibilità di aggiungere i preferiti e molto altro ma sicuramente l’aspetto grafico è quello che vi colpirà a primo impatto. Come funziona Quzu TV Il funzionamento è molto semplice e proprio come le app alternative come SS IPTV o Smart IPTV, dovete comunque partire dal sito web ufficiale per configurare l’applicazione. Il primo passo da seguire è quello di accedere alla pagina di configurazione dell’app da remoto accedendo al sito web https://quzu.tv/my-list dove inserire i dati della vostra TV e caricare la vostra Playlist. Nella pagina dovrete inserire qualche informazione essenziale, come il MAC address che lo trovate tra le impostazioni di rete del vostro dispositivo Android o Smart TV, poi nei relativi campi FILE o URL dovete caricare la vostra playlist e lo stesso nel campo EPG dove inserire il link. Il file deve essere in formato .M3U o in link web compatibile dove scaricare lo stesso file. Una volta terminata la configurazione cliccate sull’opzione Save Online ed infine sul pulsante rosa SEND per inviare la configurazione sulla vostra Smart TV o dispositivo Android. Dopo pochi secondi vedrete tutte le informazioni caricate sul vostro dispositivo dove avete installato Quzu TV con la visione di tutti i canali della lista IPTV che avete caricato e gli EPG di ogni canale. Con quali dispositivi è compatibili Quzu TV Smart TV Samsung Tizen TVs (J/K/M/N/Q/R/T) Smart TV LG Android Android TV Amazon Fire TV Stick Dove scaricare Quzu TV Potete scaricare l’applicazione di Quzu TV in maniera completamente gratuita per 7 giorni e poi pagare tramite il sistema di pagamento integrato i 7,99 euro per usarla liberamente senza limiti e per sempre sulla smart TV dove installate l’applicazione. Ecco i link dove scaricare Quzu TV per il vostro dispositivo o smart TV marchiata LG o Samsung ma anche tutte le smart TV che montano Android TV. Download Quzu TV per Smart TV Samsung Download Quzu TV per Smart TV LG Download Quzu TV per Amazon Fire TV Stick Download Quzu TV per Android TV Download Quzu TV per Android
  15. Vuoi creare un Podcast? Prova Anchor.fm per registrare il Podcast e condividerlo ovunque Anchor è un’applicazione disponibile per Android ed iOS che permette di registrare e distribuire un Podcast nel modo più semplice possibile e gratuitamente. Anchor è un’app molto completa che di guiderà passo passo alla creazione del tuo Podcast fino alla pubblicazione sui maggiori siti del settore. Potremo registrare l’audio, modificarlo, aggiungere la musica di sottofondo ed effetti prima di pubblicarlo. Anchor.fm permette di creare il tuo Podcast da qualsiasi dispositivo, come smartphone o tablet Android e iOS e computer Windows o MAC, basta che ci sia un microfono ed il gioco è fatto. Potrai ascoltarlo prima di pubblicarlo e fare delle piccole modifiche prima di mandarlo online. L’applicazione è facilissima da usare e dopo una breve registrazione gratuita al servizio sarete già operativi. Per registrare gli episodi del nostro Podcast sarà sufficiente avere un dispositivo compatibile con l’app, Android, iOS o un PC e poi usare l’app per registrare l’audio. Avremo a disposizione tutti gli strumenti per registrare la nostra voce in alta qualità, modificare e rimuovere parti non buone, taggare parti da rivedere e molto altro. Con quale piattaforma Podcast è compatibile Anchor.fm? Dove posso pubblicare i Podcast con Anchor.fm Spotify Apple Podcasts Breaker Castbox Google Podcasts Overcast Pocket Casts RadioPublic Features Anchor.fm Registra audio di alta qualità tramite il microfono del tuo smartphone. Registra contemporaneamente la trasmissione con ospiti o altri amici ovunque si trovino (devono tutti usare l’applicazione). Ha un funzione che ti permette di ricevere i messaggi vocali dei tuoi ascoltatori. Puoi aggiungere i messaggi ricevuti al tuo podcast. Mette a disposizione musica ed effetti sonori da aggiungere al tuo podcast. Importa audio all’interno del podcast da qualsiasi app sul tuo smartphone. Aggiungi brani da Spotify o Apple Music (i brani però sono poi riproducibile solo su Anchor). Modifichi la registrazione sullo smartphone. Regola il volume della musica di sottofondo con il volume della tua voce. Distribuisce il tuo podcast sulle principali piattaforme (l’elenco è in continuo aggiornamento) compresa Podcast di Apple. Puoi condividere ovunque il permalink di qualsiasi episodio del podcast. Chi non ha installato Anchor potrà ascoltarlo dal lettore di podcast che preferisce o sul tuo profilo web di Anchor senza bisogno di creare un account. Offre la possibilità di integrare gli episodi del podcast nel tuo sito. Monitora gli ascolti. In particolare hai statistiche dettagliate nella versione desktop dell’applicazione. È gratuita. Dove scaricare Anchor.fm Anchor.fm è disponibile gratuitamente per tutti i computer e MAC accedendo direttamente al sito web del servizio e poi come applicazione per Android e iOS dove grazie all’interfaccia grafica semplice ed intuitiva potrete pubblicare il vostro Podcast in pochi click. Scaricate ed accedere alla vostra versione di Anchor.fm preferita cliccando sui link seguenti. SITO WEB APP ANDROID APP iOS
  16. All’inizio c’era solo Sweatcoin, ora le applicazioni per guadagnare con lo smartphone si sono tante e ognuno può scegliere quella che preferisce. Dai sondaggi ai contapassi, al cashback sugli acquisti: vediamo quali sono le applicazioni più affidabili per avere una piccola entrata extra. Sondaggi retribuiti: Google Opinion Rewards Google Opinion Rewards | LINK Si tratta di rispondere a brevi sondaggi proposti da Google, ne arrivano in media 1 o 2 a settimana, che spaziano tra i più vari settori di ricerca. Generalmente le domande indagano sui comportamenti degli utenti: quante volte vai al cinema? Hai viaggiato negli ultimi 14 giorni? Quante ore dormi a notte? Sembrano domande semplici e superflue, in realtà queste statistiche servono a chi lavora in ambito marketing per comprendere le abitudini delle persone. In cambio, gli utenti ricevono una piccola ricompensa che va da 0,25 a 0,75 centesimi (in base al sondaggio) da spendere su Google Play Store. Acquisti e cashback: Hype Hype | LINK La carta prepagata Hype offre una lunga lista di vantaggi ai suoi iscritti, tra cui una ricca sezione “offerte” con promozioni per lo shopping e per i viaggi, e il cashback su qualsiasi acquisto. In più, tutti i nuovi clienti ricevono un bonus di benvenuto pari a 10 euro dopo la prima ricarica. Ricerche di mercato: BeMyEye BeMyEye - Guadagnare denaro | LINK Questa applicazione permette di avere un piccolo guadagno svolgendo determinate attività durante la giornata. Solitamente viene richiesto di fotografare dei prodotti esposti in un negozio in cambio di ricavi che partono da 0,25 centesimi e arrivano a 25 euro. Grazie alla collaborazione con grandi marchi del calibro di Coca Cola, Nestlé, Heineken e Ferrero, le missioni vengono rinnovate spesso e il “circuito” continua a espandersi: attualmente oltre 2 milioni di persone utilizzano questa applicazione e riescono effettivamente a guadagnare con lo smartphone ogni giorno. Un altro lato positivo è il pagamento, che avviene direttamente su conto corrente o PayPal. Per gli sportivi: Sweatcoin Sweatcoin - Walking step counter & pedometer app | LINK L’utente che utilizzerà questo contapassi guadagnerà uno “sweatcoin” ogni 1.000 passi (poco più, in realtà). Le monete potranno essere spese nello shop online interno all’applicazione, dove però si può trovare un po’ di tutto: abbonamenti, gadget, scarpe, prodotti hi-tech. L’altra faccia della medaglia riguarda il consumo della batteria, dato che l’applicazione per calcolare i passi con precisione richiede il GPS sempre attivo durante l’utilizzo. Per i creativi: Foap Foap - sell your photos | LINK Foap ha già spopolato tra gli instagrammer appassionati di fotografia. È, infatti, un mix tra il famoso social di immagini e una piattaforma di vendita. Le foto vengono vendute in media a 5 dollari l’una, ma occorre tenere conto che più vendite della stessa foto corrispondono a un guadagno maggiore. Ovviamente, le foto devono essere assolutamente originali e superare una valutazione di 2,5 su 5 punti totali. Il ricavato delle vendite verrà versato direttamente sul conto PayPal dell’utente. Tramite pubblicità: SlideJoy Slidejoy - Sblocca per soldi | LINK L’utente che imposta SlideJoy come schermata di blocco del proprio dispositivo vedrà notizie e pubblicità ad ogni sblocco, ma verrà ricompensato in denaro su PayPal oppure in buoni regalo. La semplicità è il punto forte di questa applicazione. Quanto si può guadagnare con lo smartphone? Chi sogna di “vivere di smartphone” potrebbe dover tornare con i piedi per terra. Le applicazioni elencate pagano davvero ma bisogna tenere a mente che la maggior parte delle volte si tratta di pochi centesimi, che spesso sono utilizzabili solo a partire da una data soglia. Restano comunque una scelta valida per chi ha bisogno di racimolare un po’ di denaro extra, magari per un acquisto sul Play Store. Vai alla SCHEDA del guida
  17. All’inizio c’era solo Sweatcoin, ora le applicazioni per guadagnare con lo smartphone si sono tante e ognuno può scegliere quella che preferisce. Dai sondaggi ai contapassi, al cashback sugli acquisti: vediamo quali sono le applicazioni più affidabili per avere una piccola entrata extra. Sondaggi retribuiti: Google Opinion Rewards Google Opinion Rewards | LINK Si tratta di rispondere a brevi sondaggi proposti da Google, ne arrivano in media 1 o 2 a settimana, che spaziano tra i più vari settori di ricerca. Generalmente le domande indagano sui comportamenti degli utenti: quante volte vai al cinema? Hai viaggiato negli ultimi 14 giorni? Quante ore dormi a notte? Sembrano domande semplici e superflue, in realtà queste statistiche servono a chi lavora in ambito marketing per comprendere le abitudini delle persone. In cambio, gli utenti ricevono una piccola ricompensa che va da 0,25 a 0,75 centesimi (in base al sondaggio) da spendere su Google Play Store. Acquisti e cashback: Hype Hype | LINK La carta prepagata Hype offre una lunga lista di vantaggi ai suoi iscritti, tra cui una ricca sezione “offerte” con promozioni per lo shopping e per i viaggi, e il cashback su qualsiasi acquisto. In più, tutti i nuovi clienti ricevono un bonus di benvenuto pari a 10 euro dopo la prima ricarica. Ricerche di mercato: BeMyEye BeMyEye - Guadagnare denaro | LINK Questa applicazione permette di avere un piccolo guadagno svolgendo determinate attività durante la giornata. Solitamente viene richiesto di fotografare dei prodotti esposti in un negozio in cambio di ricavi che partono da 0,25 centesimi e arrivano a 25 euro. Grazie alla collaborazione con grandi marchi del calibro di Coca Cola, Nestlé, Heineken e Ferrero, le missioni vengono rinnovate spesso e il “circuito” continua a espandersi: attualmente oltre 2 milioni di persone utilizzano questa applicazione e riescono effettivamente a guadagnare con lo smartphone ogni giorno. Un altro lato positivo è il pagamento, che avviene direttamente su conto corrente o PayPal. Per gli sportivi: Sweatcoin Sweatcoin - Walking step counter & pedometer app | LINK L’utente che utilizzerà questo contapassi guadagnerà uno “sweatcoin” ogni 1.000 passi (poco più, in realtà). Le monete potranno essere spese nello shop online interno all’applicazione, dove però si può trovare un po’ di tutto: abbonamenti, gadget, scarpe, prodotti hi-tech. L’altra faccia della medaglia riguarda il consumo della batteria, dato che l’applicazione per calcolare i passi con precisione richiede il GPS sempre attivo durante l’utilizzo. Per i creativi: Foap Foap - sell your photos | LINK Foap ha già spopolato tra gli instagrammer appassionati di fotografia. È, infatti, un mix tra il famoso social di immagini e una piattaforma di vendita. Le foto vengono vendute in media a 5 dollari l’una, ma occorre tenere conto che più vendite della stessa foto corrispondono a un guadagno maggiore. Ovviamente, le foto devono essere assolutamente originali e superare una valutazione di 2,5 su 5 punti totali. Il ricavato delle vendite verrà versato direttamente sul conto PayPal dell’utente. Tramite pubblicità: SlideJoy Slidejoy - Sblocca per soldi | LINK L’utente che imposta SlideJoy come schermata di blocco del proprio dispositivo vedrà notizie e pubblicità ad ogni sblocco, ma verrà ricompensato in denaro su PayPal oppure in buoni regalo. La semplicità è il punto forte di questa applicazione. Quanto si può guadagnare con lo smartphone? Chi sogna di “vivere di smartphone” potrebbe dover tornare con i piedi per terra. Le applicazioni elencate pagano davvero ma bisogna tenere a mente che la maggior parte delle volte si tratta di pochi centesimi, che spesso sono utilizzabili solo a partire da una data soglia. Restano comunque una scelta valida per chi ha bisogno di racimolare un po’ di denaro extra, magari per un acquisto sul Play Store.
  18. Telegram è una delle app di messaggistica istantanea disponibile gratuitamente per Android e per iOS e utilizzabile anche su PC tramite client dedicato. Nel corso del tempo, ha introdotto funzionalità innovative, mantenendo sempre un elevato livello di sicurezza e affidabilità. E’ possibile seguire gruppi dedicati ad argomenti o interessi specifici, effettuare chiamate vocali criptate, scambiarsi file di ogni tipo ed ha persino una criptovaluta dedicata chiamata GRAM. Non per nulla, rappresenta una delle più valide alternative a WhatsApp. Uno dei segreti del grande successo di Telegram, è rappresentato dai “BOT”. Scopri in questa guida cosa sono i bot, i migliori Bot Telegram disponibili al momento, come installarli e come trovare nuovi bot. Cosa sono i Bot Telegram I bot su Telegram sono piccoli programmi automatizzati in grado di svolgere determinati compiti previo l’inserimento di una riga di comando; alcuni rappresentano di fatto, per complessità e features, delle vere e proprio nuove App. Si presentano come delle chat in cui attivare le funzionalità del Bot; una volta attivate queste funzionalità, sarà possibile utilizzare il campo di testo (dove di solito scriviamo messaggi) per richiamare le funzioni del bot (di solito con un “/” come simbolo a precedere il comando da lanciare). Oltre alla digitazione manuale del comando è possibile usare un piccolo pulsante con il riassunto dei comandi disponibili. I bot Telegram possono essere utilizzati sia nella loro chat specifica e sia integrati all’interno dei gruppi o dei “super-gruppi”, così da automatizzare alcuni processi (come i ban degli utenti che non rispettano le regole) o per ottenere nuove features durante una normale chat con amici / conoscenti. E’ una funzionalità che rende Telegram unico tra le applicazioni di messaggistica. Come aggiungere/rimuovere un Bot Telegram Aggiungere un bot L’aggiunta di un bot è un’operazione semplice: individua il bot che vuoi aggiungere tra quelli consigliati nei paragrafi successivi o ricercati nella barra di ricerca offerta da Telegram (basterà cliccare o effettuare un tap). Una volta aperta la pagina di chat del bot, sarà sufficiente premere all’interno della chat stessa “Avvia” per iniziare. Una volta avviato sarà sufficiente seguire i suggerimenti offerti dal bot stesso riguardo il suo utilizzo o richiamare i comandi supportati premendo sul tasto dei comandi, come visibile nell’immagine in basso. Rimuovere un bot Se non sei più interessato a tenere un bot dovrai prima stopparlo e poi cancellare la chat di riferimento; cancellare semplicemente la chat non fermerà il bot che potrebbe comunque avere accesso alle informazioni del tuo profilo (spesso necessarie per l’utilizzo dello stesso). Per poter rimuovere correttamente un bot è sufficiente aprire la chat del bot, fare clic sui puntini in alto a sinistra e fare clic su “Arresta e blocca bot”, poi su “Elimina chat”. Ora il bot non sarà più attivo sul tuo profilo e la chat del bot sarà correttamente eliminata. Il bot è ancora raggiungibile ma andrà sbloccato prima di poterlo utilizzare di nuovo. Come trovare nuovi bot per telegram Quelli che ti ho mostrato sopra sono solo alcuni dei bot che puoi aggiungere a Telegram! Per trovarne di nuovi, puoi utilizzare un bot dedicato alla ricerca dei bot accettati da Telegram; ti basterà aggiungerlo cliccando sul tasto qui in basso. LINK | TelegramStoreBot Se invece vuoi effettuare una ricerca da browser Web sarà sufficiente visitare al seguente pagina web (indirizzo non ufficiale). LINK | TelegramItaliaBot Un nuovo store dove molto fortnito di bot da vedere direttamente sul web e possibile aggiungerle direttamente da browser tramite telegram web. LINK | StoreBot LINK | BotoStore Se invece vuoi cercare nuovi bot da smartphone o da tablet basterà aprire l’app di Telegram e utilizzare la barra di ricerca attivabile premendo sul tasto a forma di lente d’ingrandimento in alto a sinistra. Ora digita il nome del bot che intendi aggiungere e segui la procedura descritta in questa guida per iniziare ad utilizzarlo. Vai alla SCHEDA del guida
  19. Telegram è una delle app di messaggistica istantanea disponibile gratuitamente per Android e per iOS e utilizzabile anche su PC tramite client dedicato. Nel corso del tempo, ha introdotto funzionalità innovative, mantenendo sempre un elevato livello di sicurezza e affidabilità. E’ possibile seguire gruppi dedicati ad argomenti o interessi specifici, effettuare chiamate vocali criptate, scambiarsi file di ogni tipo ed ha persino una criptovaluta dedicata chiamata GRAM. Non per nulla, rappresenta una delle più valide alternative a WhatsApp. Uno dei segreti del grande successo di Telegram, è rappresentato dai “BOT”. Scopri in questa guida cosa sono i bot, i migliori Bot Telegram disponibili al momento, come installarli e come trovare nuovi bot. Cosa sono i Bot Telegram I bot su Telegram sono piccoli programmi automatizzati in grado di svolgere determinati compiti previo l’inserimento di una riga di comando; alcuni rappresentano di fatto, per complessità e features, delle vere e proprio nuove App. Si presentano come delle chat in cui attivare le funzionalità del Bot; una volta attivate queste funzionalità, sarà possibile utilizzare il campo di testo (dove di solito scriviamo messaggi) per richiamare le funzioni del bot (di solito con un “/” come simbolo a precedere il comando da lanciare). Oltre alla digitazione manuale del comando è possibile usare un piccolo pulsante con il riassunto dei comandi disponibili. I bot Telegram possono essere utilizzati sia nella loro chat specifica e sia integrati all’interno dei gruppi o dei “super-gruppi”, così da automatizzare alcuni processi (come i ban degli utenti che non rispettano le regole) o per ottenere nuove features durante una normale chat con amici / conoscenti. E’ una funzionalità che rende Telegram unico tra le applicazioni di messaggistica. Come aggiungere/rimuovere un Bot Telegram Aggiungere un bot L’aggiunta di un bot è un’operazione semplice: individua il bot che vuoi aggiungere tra quelli consigliati nei paragrafi successivi o ricercati nella barra di ricerca offerta da Telegram (basterà cliccare o effettuare un tap). Una volta aperta la pagina di chat del bot, sarà sufficiente premere all’interno della chat stessa “Avvia” per iniziare. Una volta avviato sarà sufficiente seguire i suggerimenti offerti dal bot stesso riguardo il suo utilizzo o richiamare i comandi supportati premendo sul tasto dei comandi, come visibile nell’immagine in basso. Rimuovere un bot Se non sei più interessato a tenere un bot dovrai prima stopparlo e poi cancellare la chat di riferimento; cancellare semplicemente la chat non fermerà il bot che potrebbe comunque avere accesso alle informazioni del tuo profilo (spesso necessarie per l’utilizzo dello stesso). Per poter rimuovere correttamente un bot è sufficiente aprire la chat del bot, fare clic sui puntini in alto a sinistra e fare clic su “Arresta e blocca bot”, poi su “Elimina chat”. Ora il bot non sarà più attivo sul tuo profilo e la chat del bot sarà correttamente eliminata. Il bot è ancora raggiungibile ma andrà sbloccato prima di poterlo utilizzare di nuovo. Come trovare nuovi bot per telegram Quelli che ti ho mostrato sopra sono solo alcuni dei bot che puoi aggiungere a Telegram! Per trovarne di nuovi, puoi utilizzare un bot dedicato alla ricerca dei bot accettati da Telegram; ti basterà aggiungerlo cliccando sul tasto qui in basso. LINK | TelegramStoreBot Se invece vuoi effettuare una ricerca da browser Web sarà sufficiente visitare al seguente pagina web (indirizzo non ufficiale). LINK | TelegramItaliaBot Un nuovo store dove molto fortnito di bot da vedere direttamente sul web e possibile aggiungerle direttamente da browser tramite telegram web. LINK | StoreBot LINK | BotoStore Se invece vuoi cercare nuovi bot da smartphone o da tablet basterà aprire l’app di Telegram e utilizzare la barra di ricerca attivabile premendo sul tasto a forma di lente d’ingrandimento in alto a sinistra. Ora digita il nome del bot che intendi aggiungere e segui la procedura descritta in questa guida per iniziare ad utilizzarlo.
  20. Informazioni preliminari Prima di spiegarti come avere WhatsApp nero, devo fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo. Devi, infatti, sapere che il tema scuro di WhatsApp è stato ufficialmente introdotto nella popolare applicazione di messaggistica istantanea dapprima su Android e poi, nella prima parte del 2020, su iPhone. Nello specifico, sui dispositivi aggiornati ad Android 10 (e versioni successive) e sui modelli di iPhone aggiornati a iOS 13 (e versioni successive), il tema scuro si attiva automaticamente, se questo è stato precedentemente attivato nelle impostazioni del dispositivo. Per quanto riguarda i dispositivi Android che supportano Android 9 o versioni precedenti, invece, è necessario attivare manualmente il tema scuro su WhatsApp, agendo tramite le impostazioni dell’applicazione e mettendo in atto le operazioni che ti fornirò nel prossimo capitolo. Sulle versioni di iOS precedenti a iOS 13, invece, il tema scuro su WhatsApp non è disponibile, in quanto si tratta di una funzionalità strettamente legata all’abilitazione del tema scuro introdotto con iOS 13 e non è possibile agire manualmente tramite le impostazioni dell’app di WhatsApp. Chiaro? Bene, allora passiamo all’azione. Come avere WhatsApp nero su Android Se desideri attivare il tema scuro su WhatsApp per Android, devi tenere in considerazione quanto spiegato nel capitolo dedicato alle informazioni preliminari. Detto ciò, se il tuo smartphone è aggiornato ad Android 10, assicurarti che sia stato attivato il tema scuro nelle impostazioni del dispositivo. Per riuscirci, recarti nella sezione Impostazioni del device (l’icona dell’ingranaggio situata nella home screen o nel drawer), vai su Display e pigia sulla dicitura Tema, per attivare la modalità scura. La procedura per l’attivazione della modalità scura su Android 10 è leggermente diversa e può variare a seconda del dispositivo in uso. Per esempio, se possiedi un modello di ultima generazione di smartphone Huawei, per effettuare quest’operazione devi recarti nel menu Impostazioni > Batteria e spostare su ON la levetta relativa alla dicitura Colori scuri interfaccia. Dopo aver effettuato quest’operazione, avvia WhatsApp e dovresti vedere il tema scuro automaticamente applicato all’interno dell’app. Sugli smartphone equipaggiati con Android 9, invece, è necessario procedere all’attivazione manuale del tema scuro in WhatsApp. Per riuscire in quest’intento, avvia WhatsApp, pigia sull’icona (…) situata nell’angolo in alto a destra e, nel menu che ti viene mostrato, fai tap sulla voce Impostazioni. Adesso, individua e fai tap sulle voci Chat > Tema e, infine, apponi il segno di spunta sull’opzione Scuro, per attivare il tema scuro. Per confermare l’attivazione, premi sul pulsante OK. Nel caso in cui dovessi riscontrare dei problemi relativamente all’attivazione del tema scuro su Android, verifica di aver aggiornato il sistema operativo e, se il problema persiste, prova anche ad effettuare l’aggiornamento dell’app di WhatsApp, seguendo le indicazioni che ti ho fornito nelle mie guide dedicate all’argomento. Come avere WhatsApp nero su iPhone Come detto, per avere WhatsApp nero su iPhone è necessario che il sistema operativo del proprio dispositivo sia aggiornato a iOS 13 in quanto la modalità scura di WhatsApp è strettamente legata alla disponibilità del tema scuro introdotto con iOS 13 e alla sua attivazione tramite le impostazioni del dispositivo. Detto ciò, per iniziare, pigia sull’icona dell’ingranaggio situata nella home screen del tuo iPhone, per aprire il menu delle Impostazioni. Dopodiché, fai tap sulla voce Schermo e luminosità e apponi il segno di spunta sulla voce Scuro, per attivare il tema scuro sul dispositivo. Se vuoi attivare la modalità scura (e quindi WhatsApp nero) solo nelle ore serali, attiva la levetta posizionata accanto alla voce Automatico. A questo punto, avvia l’app di WhatsApp e dovresti vedere la modalità scura automaticamente attivata nella popolare app di messaggistica. Stai riscontrando dei problemi nell’attivazione del tema scuro su WhatsApp? In tal caso, assicurati che il sistema operativo del tuo iPhone sia aggiornato all’ultima versione disponibile. Nel caso in cui il problema dovesse persistere, inoltre, puoi provare ad effettuare l’aggiornamento dell’app di WhatsApp, per vedere se vi sono cambiamenti. A tal proposito, per effettuare nel modo corretto queste operazioni, fai riferimento ai miei tutorial dedicati all’argomento in maniera approfondita. Vai alla SCHEDA del guida
  21. Informazioni preliminari Prima di spiegarti come avere WhatsApp nero, devo fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo. Devi, infatti, sapere che il tema scuro di WhatsApp è stato ufficialmente introdotto nella popolare applicazione di messaggistica istantanea dapprima su Android e poi, nella prima parte del 2020, su iPhone. Nello specifico, sui dispositivi aggiornati ad Android 10 (e versioni successive) e sui modelli di iPhone aggiornati a iOS 13 (e versioni successive), il tema scuro si attiva automaticamente, se questo è stato precedentemente attivato nelle impostazioni del dispositivo. Per quanto riguarda i dispositivi Android che supportano Android 9 o versioni precedenti, invece, è necessario attivare manualmente il tema scuro su WhatsApp, agendo tramite le impostazioni dell’applicazione e mettendo in atto le operazioni che ti fornirò nel prossimo capitolo. Sulle versioni di iOS precedenti a iOS 13, invece, il tema scuro su WhatsApp non è disponibile, in quanto si tratta di una funzionalità strettamente legata all’abilitazione del tema scuro introdotto con iOS 13 e non è possibile agire manualmente tramite le impostazioni dell’app di WhatsApp. Chiaro? Bene, allora passiamo all’azione. Come avere WhatsApp nero su Android Se desideri attivare il tema scuro su WhatsApp per Android, devi tenere in considerazione quanto spiegato nel capitolo dedicato alle informazioni preliminari. Detto ciò, se il tuo smartphone è aggiornato ad Android 10, assicurarti che sia stato attivato il tema scuro nelle impostazioni del dispositivo. Per riuscirci, recarti nella sezione Impostazioni del device (l’icona dell’ingranaggio situata nella home screen o nel drawer), vai su Display e pigia sulla dicitura Tema, per attivare la modalità scura. La procedura per l’attivazione della modalità scura su Android 10 è leggermente diversa e può variare a seconda del dispositivo in uso. Per esempio, se possiedi un modello di ultima generazione di smartphone Huawei, per effettuare quest’operazione devi recarti nel menu Impostazioni > Batteria e spostare su ON la levetta relativa alla dicitura Colori scuri interfaccia. Dopo aver effettuato quest’operazione, avvia WhatsApp e dovresti vedere il tema scuro automaticamente applicato all’interno dell’app. Sugli smartphone equipaggiati con Android 9, invece, è necessario procedere all’attivazione manuale del tema scuro in WhatsApp. Per riuscire in quest’intento, avvia WhatsApp, pigia sull’icona (…) situata nell’angolo in alto a destra e, nel menu che ti viene mostrato, fai tap sulla voce Impostazioni. Adesso, individua e fai tap sulle voci Chat > Tema e, infine, apponi il segno di spunta sull’opzione Scuro, per attivare il tema scuro. Per confermare l’attivazione, premi sul pulsante OK. Nel caso in cui dovessi riscontrare dei problemi relativamente all’attivazione del tema scuro su Android, verifica di aver aggiornato il sistema operativo e, se il problema persiste, prova anche ad effettuare l’aggiornamento dell’app di WhatsApp, seguendo le indicazioni che ti ho fornito nelle mie guide dedicate all’argomento. Come avere WhatsApp nero su iPhone Come detto, per avere WhatsApp nero su iPhone è necessario che il sistema operativo del proprio dispositivo sia aggiornato a iOS 13 in quanto la modalità scura di WhatsApp è strettamente legata alla disponibilità del tema scuro introdotto con iOS 13 e alla sua attivazione tramite le impostazioni del dispositivo. Detto ciò, per iniziare, pigia sull’icona dell’ingranaggio situata nella home screen del tuo iPhone, per aprire il menu delle Impostazioni. Dopodiché, fai tap sulla voce Schermo e luminosità e apponi il segno di spunta sulla voce Scuro, per attivare il tema scuro sul dispositivo. Se vuoi attivare la modalità scura (e quindi WhatsApp nero) solo nelle ore serali, attiva la levetta posizionata accanto alla voce Automatico. A questo punto, avvia l’app di WhatsApp e dovresti vedere la modalità scura automaticamente attivata nella popolare app di messaggistica. Stai riscontrando dei problemi nell’attivazione del tema scuro su WhatsApp? In tal caso, assicurati che il sistema operativo del tuo iPhone sia aggiornato all’ultima versione disponibile. Nel caso in cui il problema dovesse persistere, inoltre, puoi provare ad effettuare l’aggiornamento dell’app di WhatsApp, per vedere se vi sono cambiamenti. A tal proposito, per effettuare nel modo corretto queste operazioni, fai riferimento ai miei tutorial dedicati all’argomento in maniera approfondita.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use Privacy Policy Guidelines We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.